venerdì 27 novembre 2015

Film 1037 - Man on Wire

Trovato per caso, ma non scelto casualmente.

Film 1037: "Man on Wire" (2008) di James Marsh
Visto: dal computer portatile
Lingua: italiano
Compagnia: Erika (nella prima parte)
Pensieri: Il punto era, fin dall'inizio, vedere "The Walk" nelle sale cinematografiche fino a qualche settimana fa. Il risultato è stato vedere il documentario sul protagonista Philippe Petit e poi non riuscire a recuperare di fatto il film di Zemeckis (per ora).
Poco male, questo documentario - vincitore dell'Oscar nel 2009 - è stato molto interessante da vedere, oltre che molto spettacolare per quanto riguarda le immagini che presenta. La geniale follia del funambolo Petit è ovviamente di grande intrattenimento, considerando che cammina sospeso tra le guglie di Notre-Dame a Parigi o tra le Torri Gemelle di New York; rimane il fatto che il signore non sia totalmente a posto col cervello. Lo dico con ironia, ovviamente. E, forse, lo dico anche da persona che teme di poter precipitare da grandi altezze.
Fobie personali a parte, "Man on Wire" è un valido titolo di approfondimento per chi si fosse appassionato alla figura dell'artista francese, non solo funambolo, ma anche mimo e giocoliere. Qui gli è dato ampio spazio per spiegare la sua arte, la sua passione e il suo lavoro, quest'ultimo certamente uno dei più peculiari e inusuali al mondo. Trovo curiosissimo, tra l'altro, che non importa quanto pazza sia la passione di qualcuno, troverà sempre altre persone disposte ad appoggiarlo, incoraggiarlo, ammirarlo e perfino amarlo. In un mondo in cui tanti cercano spasmodicamente un'anima gemella, è veramente assurdo pensare che due francesi si trovino, innamorino e condividano la passione del funambolismo - con l'aggravante della spericolatezza di lui - con tale armoniosa dedizione. Chapeau.
In ogni caso un buon lavoro, ben approfondito e contestualizzato, in grado di appassionare lo spettatore raccontando la storia di un uomo fuori dal comune quanto l'attività che è in grado di praticare. Molto interessante.
Film 1145 - The Walk
Cast: Philippe Petit, Jean François Heckel, Jean-Louis Blondeau, Annie Allix, David Forman, Alan Welner, Mark Lewis, Barry Greenhouse, Jim Moore.
Box Office: $5.3 milioni
Consigli: La regia è di James Marsh, che l'anno scorso ha portato sullo schermo "La teoria del tutto", la sceneggiatura basata sul libro dello stesso Petit "To Reach the Clouds" (in Italia "Toccare le nuvole"). "Man on Wire" è un buon titolo se si è alla ricerca di un documentario che racconti qualcosa di diverso, di nuovo, di poco conosciuto. La storia è raccontata bene, le curiosità non mancano e c'è pure quella buona dose di follia che aiuta a rendere il tutto più audace. Anche se devo ammettere che non ho trovato Petit particolarmente simpatico, rimane il fatto che ciò che ha fatto è unico e irripetibile e anche solo per questo vale la pena vedere questo film.
Parola chiave: Cavo.

Trailer
#HollywoodCiak
Bengi