lunedì 4 novembre 2013

Film 607 - The Raven

Tra le proposte di My Sky questa pellicola sembrava una delle più interessanti...

Film 607: "The Raven" (2012) di James McTeigue
Visto: dal computer di Luigi
Lingua: italiano
Compagnia: Luigi (ma dormiva)
Pensieri: "The Raven" è un prodotto esteticamente molto curato che gioca benissimo la carta dell'atmosfera cupa ricreata tramite una ricerca dell'immagine davvero ben fatta. E, va detto, anche la premessa di una trama che vede schierare in prima fila nientemeno che Edgar Allan Poe contribuisce non poco a delineare un alone di mistero e tensione a tinte horror.
Fondamentalmente, però, i grandi pregi della pellicola terminano qui.
Innanzitutto il cast non è in grado di rendere una caratterizzazione dei personaggi che vada oltre il minimo sindacale auspicabile. La scelta del lesso John Cusack nei panni di Poe e della incapace Alice Eve - insieme formano una delle coppie più insipide della storia del cinema - vanificano anche il talento di uno come Brendan Gleeson che, solitamente, è un caratterista capace e una spalla affidabile. I tre in questione, che rispettivamente sono amante, amata e burbero padre di quest'ultima, formano un triangolo familiare stantio e poco divertente, finendo per affrontare, passo dopo passo, esattamente ogni tappa (narrativa) che ci si aspetta da loro. Chiaramente questo è imputabile solo alla trama.
La sceneggiatura, che come si diceva tanto promette in principio, finisce per vanificare l'idea creativa ed originale che fa da input alla vicenda - ovvero un serial killer che sfida Poe mettendo in scena gli efferati omicidi dei suoi racconti - e sceglie per un finale privo di brio e che miscela in maniera un po' deludente la pura finzione del racconto alle reali misteriose cause di morte del grande scrittore.
Insomma, come forse era prevedibile, questo film non riesce veramente a lasciare il segno e finisce per ricadere in quell'universo di pellicole commerciali dalle buone idee di base ma che optano per una realizzazione superficiale e frettolosa (qui, su tutto, il rapimento di Emily Hamilton e relativa interpretazione di Miss Eve è un mix letale di cattivissima recitazione e mal gestita suspense).
Diciamo che, considerandolo un B movie, "The Raven" è davvero ben realizzato. Se, invece, lo si inquadra in qualcosa di superiore, allora è sinceramente un fallimento.
Ps. Box office imbarazzante: 26 milioni di dollari per realizzarlo e $26,059,817 di incasso mondiale.
Consigli: E' un intrattenimento leggero e intrigante per certi aspetti trattati dalla storia. Il resto è realizzato in maniera frettolosa ed è un peccato, perché l'incipit intrigante e l'idea del serial killer fan dei racconti di Poe aveva il suo fascino.
Parola chiave: Sepolta viva.

Trailer

Bengi