venerdì 17 febbraio 2012

Film 366 - Harry Potter e l'ordine della Fenice

Pare che di questo mi fossi perso la recensione per strada...


Film 366: "Harry Potter e l'ordine della Fenice" (2007) di David Yates
Visto: dal computer di casa
Lingua: italiano
Compagnia: nessuno
Pensieri: Sicuramente tra gli Harry Potter più efficaci della saga, figlio della nuova regia di David Yates che, dopo questo, dirigerà tutti gli altri capitoli potteriani al cinema.
Benissimo la storia, sempre più vicina allo scontro finale con l'Oscuro Signore che richiama costantemente l'attenzione dello spettatore. Meno bene, ma non è una novità, l'inespressività durevole del protagonista Daniel Radcliffe che, non fosse per l'associazione diretta con il personaggio della Rowling, potrebbe benissimo essere sostituito da un sacco di patate. Davvero ben riuscite, invece, le battaglie finali tra maghi. Tiene benissimo il pathos la scena prima della morte di Sirius/Gary Oldman, con - finalmente! - uno scontro diretto tra bene e male, ovvero i ragazzini (Harry, Hermione, Ron, Luna, Ginny e Neville) contro i ben più cresciuti Mangiamorte (tra cui Bellatrix Lestrange e Lucius Malfoy): senza musica di sottofondo e grazie ad un montaggio serrato la battaglia risulta davvero bella da seguire.
Segue, poi, lo scontro ancora più affascinante tra Voldemort e Silente in un verdissimo Ministero della Magia: fuoco, acqua, vetro, polvere e ogni sorta di incantesimo possibile vengono utilizzati per ipnotizzare lo spettatore già affascinato da tutto quello che aveva già visto.
Tra i personaggi principali nuovi, poi, la super antipatica Dolores Umbridge/Imelda Staunton, Luna Lovegood/Evanna Lynch e l'entrata in scena di Bellatrix/Helena Bonham Carter. Scena cult, invece, il bacio - umido - tra Harry e Cho Chang.
Consigli: Quinto film della saga, divertente e bello da vedere. Sicuramente uno tra i più riusciti degli 8 film su Harry, certamente da vedere se si è fan o si ha visto i precedenti.
Parola chiave: "Io non devo dire bugie".

Trailer

Ric