martedì 29 aprile 2014

Film 702 - American Hustle - L'apparenza inganna

Volo verso New York: 2 film scelto, di nuovo una pellicola che avevo già visto.

Film 702: "American Hustle - L'apparenza inganna" (2013) di David O. Russell
Visto: dalla tv dell'aereo
Lingua: italiano
Compagnia: nessuno
Pensieri: Un film che è stata una sorpresa, davvero. Un grande cast, una storia interessante, spiritosa, ben raccontata e dosata nel calare i suoi assi nella manica, per un finale agrodolce e al contempo estremamente soddisfacente.
Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper, Jeremy Renner e Jennifer Lawrence sono un fantastico quintetto, un gruppo di attori in grandissima forma, capaci di valere da soli l'intera visione della pellicola di David O. Russell che pure, questa volta, forse meritava un qualche significativo riconoscimento oltre alle solite candidature di rito. Eppure, nonostante le 10 nomination agli Oscar di quest'anno, né lui né il suo film sono riusciti a portare a casa nulla, schiacciati dalle pesanti vittorie di "Gravity" e "12 anni schiavo". Per la seconda volta in due anni Russell riesce nella magnifica impresa di far candidare tutti i suoi attori nelle 4 categorie degli Oscar (attore, attrice e attori non protagonisti) e, se l'anno scorso Jennifer Lawrence l'Academy Award se l'è portato a casa per davvero, quest'anno si è dovuta accostare "solo" del Golden Globe come Miglior attrice non protagonista; insieme a lei qui, Miglior attrice protagonista è stata ai GG Amy Adams, strepitosa e camaleontica nel ruolo di Sydney Prosser (l'attrice è arrivata alla sua quinta nomination all'Oscar: riuscirà mai a vincere?).
Rimane fuori dal gruppo dei grandi nominati solo Jeremy Renner, mentre per quanto riguarda gli altri attori maschi, entrambi riescono a scippare la loro seconda nomination all'Oscar della carriera con due personaggi divertissi, entrambi particolarmente incisivi: Bale per l'estrema trasformazione fisica dovuta ai tantissimi kg in eccesso, Cooper per il comportamento esagitato del suo Richie DiMaso, nonché i particolari bigodini.
Insomma, grandi performance a parte, "American Hustle" nonostante una partenza lenta e un po' priva di direzione si riscatta velocemente e riesce ad incuriosire lo spettatore capace di attendere. Se poi si ricorda che parte dei fatti raccontati sono veri, il tutto diventa ancora più intrigante...
Film 651 - American Hustle - L'apparenza inganna
Film 1226 - American Hustle - L'apparenza inganna
Box Office: $251,171,807
Consigli: Miglior film - Musical o Commedia ai Golden Globes 2014, questa pellicola è un ottimo esempio di buon cinema contemporaneo, nonché di un sodalizio artistico che pare legare piuttosto efficacemente il regista-sceneggiatore a molti degli attori con cui lavora (un Oscar "regalato" a Bale e Lawrence, due nomination "regalate" a Cooper e Adams). La storia è interessante è ben scritta, bellissimi i costumi e molto romantica - nonché cult - la scena tra Irving e Sydney nella lavanderia tra i capi che girano sul rullo trasportatore.
Parola chiave: Abscam.

Trailer

Bengi