giovedì 7 maggio 2015

Film 930 - Avengers: Age of Ultron

Il film forse più atteso della stagione, sicuro campione di incassi eppure atteso al varco per monitorarne ogni aspetto, dalla qualità al box-office ai record da infrangere. Non potevo aspettare o temporeggiare, il momento degli Avengers è adesso.

Film 930: "Avengers: Age of Ultron" (2015) di Joss Whedon
Visto: al cinema
Lingua: italiano
Compagnia: Luigi, Carla, Claudia
Pensieri: Gli Avengers 3 anni fa avevano convinto praticamente tutti ad andare a vederli al cinema, almeno per farsi un'idea di cosa volesse dire avere Thor, Capitan America, Hulk e Iron Man riuniti sullo stesso schermo (una figata, sinceramente). Questo secondo richiamo, vaccino contro il malessere da quotidianità, era scontato facesse faville al botteghino, ma non così scontato che avrebbe riportato gli stessi clamorosi successi del primo film ($1.518 miliardi). A due settimane dalla sua uscita pare evidente che anche questo secondo episodio riuscirà nella titanica impresa di conquistare miliardi e fare felici la Marvel e Stan Lee. Ma anche noi.
"Avengers: Age of Ultron" ha, appunto, meno di quel magico appeal che il primo "The Avengers" aveva, mancando il richiamo della novità e l'eccitazione da mix di personaggi (quello che proviamo ora per il connubio tra Batman e Superman, per dire). Ora che tutti i vari supereroi hanno trovato un loro spazio - sia nella storia che nel calendario Marvel, che come sappiamo prevede uscite a pioggia di pellicole tratte da fumetti da qui al 2020 -, la curiosità derivava più che altro da una serie di aspetti che per l'altro film erano più relativi: di cosa si parlerà? Come sarà il risultato finale? Sarà un degno successore, nonché una buona storia capace di valorizzare tutto ciò che su ognuno dei personaggi è già stato prodotto?
Perché diciamoci la verità, anche se "The Avengers" avesse fatto schifo, in tanti sarebbero accorsi comunque a vederlo anche solo per togliersi lo sfizio di cui si parlava all'inizio, mentre questa volta la scommessa era proprio riportare in sala tutti gli spettatori riuscendo nell'impresa di dare loro qualcosa non solo che valesse la pena di essere visto, ma anche migliore del precedente, sia a livello di storia che di realizzazione.
Per quanto riguarda il primo aspetto, direi a caldo (il film l'ho visto ieri sera) che ci siamo, per quanto alcune questioni ancora mi rimbalzino in testa. In particolare: l'inizio del film mi è sembrato un po' lento, non riuscivo a capire bene dove si volesse andare a parare, nonostante il piacere di passare un po' di tempo in compagnia degli Avengers; poi la questione dei gemelli Wanda e Pietro, che dopo un inizio scoppiettante e carico di odio represso, cambiano idea in un batter d'occhio. Ok che, come dice la ragazza, Ultron non lascia loro molta scelta, ma allearsi con colui che hanno disprezzato dalla loro infanzia in poi, motivo scatenante per il quale si sono sottoposti a esperimenti e mutamenti genetici... Insomma, mi sembra un tantino avventato. Non impossibile, certo, ma forse una decisione da maturare con un minimo approfondimento in più. Poi capisco che la pellicola già dura 141 minuti e se si fossero dovevano aggiungere anche i turbamenti psicologici dei gemelli forse andavamo un pochino alla deriva. Tant'è, io mi sono comunque chiesto se non si sia un po' tirato via.
Per quanto riguarda il nemico Ultron, invece, devo dire che ho apprezzato. Cattivo è cattivo, sembra pure umanamente pazzo, nonostante sia un robot. Ecco, forse a volte è perfino troppo umano per essere un'intelligenza artificiale superiore. Sull'intelligenza artificiale direi che ci si stia sbizzarrendo alquanto ultimamente. "Humandroid", "Ex Machina", "Oblivion", "Interstellar", "Automata" sono tutti titoli che recentemente hanno messo l'A.I. al centro delle loro storie, dunque non mi stupisco che anche Joss Whedon ne abbia fatto cospicuo uso. Che poi, da profano delle storie originali, non so dire se Stan Lee avesse già spiattellato questa idea in qualche fumetto. In ogni caso Ultron è promosso, la sua realizzazione è buona, la sua presenza in scena spesso inquietante, tanto che pare la produzione prenda in prestito un linguaggio cinematografico più comune a quello dell'horror che dei blockbuster commerciali.
Relativamente la realizzazione, invece, direi che i $330.6 milioni spesi per produrre il film siano stati opportunamente spesi. Solo alcune scene mi sono sembrate sotto lo standard, concentrate principalmente nella scena iniziale di Sokovia con il barone Wolfgang von Strucker. Niente di grave, si tratta solo di una serie di sequenze velocissime in cui mi è parso tutto talmente veloce da palesarne la finzione. Il risultato finale non ne risente e, anzi, certe scene sono talmente spettacolari da risultare sbalorditive (vedi l'ultima in cui tutti i Vendicatori combattono insieme).
In generale, quindi, attesto la mia soddisfazione relativamente a "Avengers: Age of Ultron", blockbuster testosteronico che riesce però a piacere un po' a tutti, giocandosi i suoi assi nella manica in maniera intelligente, calibrando bene le dosi tra scazzottate e distruzione totale, comicità, colpi di scena, nerdismo spinto e perfino qualche rassicurante quadretto familiare convenzionale. Insomma, non manca nulla e anche se magari non ha esattamente un'attitudine filosofica, quantomeno riesce perfettamente nel suo intento primario: intrattenere lasciando soddisfatti. E, da non sottovalutare, pur essendo il secondo capitolo di una quadrilogia ("Avengers: Infinity War" uscirà diviso in due parti il 4 maggio 2018 e il 3 maggio 2019), non si ha mai la sensazione che si tratti di una storia-ponte funzionale solo a traghettare gli eventi ai prossimi episodi e spillarci qualche soldino in più. E' puro intrattenimento: bello da guardare e piacevole da seguire. Bel sequel.
Film 411 - The Avengers
Film 808 - The Avengers
Film 930 - Avengers: Age of Ultron
Film 932 - Avengers: Age of Ultron
Film 1177 - Avengers: Age of Ultron
Film 695 - Captain America - Il primo vendicatore
Film 814 - Captain America: The Winter Soldier
Film 1156 - Captain America: Civil War
Film 1395 - Captain America: Civil War
Film 268 - Thor
Film 1191 - Thor
Film 631 - Thor: The Dark World
Film 1193 - Thor: The Dark World
Film 1447 - Thor: Ragnarok
Film 543 - Iron Man 2
Film 676 - Iron Man 3
Film 1004 - Ant-Man
Film 1195 - Ant-Man
Film 1250 - Doctor Strange
Film 1433 - Doctor Strange
Film 1394 - Spider-Man: Homecoming
Box Office: $677.1 milioni (ad oggi)
Consigli: I personaggi sono tanti, ma la storia riesce abbastanza bene a raccontarli in maniera non bidimensionale. E' vero che ci si concentra più su alcuni di loro (Iron Man, Capitan America e Vedova Nera), ma in generale il racconto è ben bilanciato. Il cast non è ricco, di più: Robert Downey Jr., Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Chris Evans, Scarlett Johansson, Jeremy Renner, Don Cheadle, Aaron Taylor-Johnson, Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Cobie Smulders, Anthony Mackie, Hayley Atwell, Idris Elba, Stellan Skarsgård, James Spader, Samuel L. Jackson, Linda Cardellini, Claudia Kim, Thomas Kretschmann, Andy Serkis, Julie Delpy. Anche solo per il districarsi di tutti i loro personaggi all'interno della storia, Whedon dovrebbe essere apprezzato per esser riuscito a portare a compimento questa missione di sceneggiatura. Un plauso anche per aver compinato i vari universi dei singoli supereroi in un unico scenario generale che non li mortifica e ne conserva le caratteristiche identitarie. Il compito non era facile, considerate anche le aspettative un po' da tutte le parti. Il risultato finale è un secondo capitolo sugli Avengers solido e di grandissimo intrattenimento, con scene d'azione mozzafiato e un nemico robotico che parrebbe davvero invincibile. Insomma, "Avengers: Age of Ultron" è un titolo perfetto per chi ama i supereoi (tutti o anche uno solo della combricola), ma anche per chi apprezza i film d'azione o in generale i blockbuster americani. Perfetto per lasciarsi trasportare in una vera e propria avventura ai confini tra il nostro mondo e ancora non si sa quanti altri (vedi la scena finale dopo i titoli di coda!), per una serata carica di emozioni. Si esce dal cinema imitando le mosse di uno qualunque dei Vendicatori...
Parola chiave: Gemme dell'Infinito.

Trailer
#HollywoodCiak
Bengi