martedì 31 maggio 2016

Liebster Award 2016

Il 29 maggio, una domenica pomeriggio qualsiasi, apro la posta e mi ritrovo, tra le varie segnalazioni relative al blog, un commento da parte di Kris Kelvin che mi invita a seguire un link che potrebbe interessarmi. Incuriosito, ma titubante - si sa che la maggior parte delle cose che arrivano è spam -, seguo il collegamento e mi ritrovo catapultato in un nuovo mondo che non conoscevo, quello dei Liebster Award.
All'inizio non ero del tutto convinto che mi riguardasse, ma leggendo più attentamente il post, ritrovo il mio blog, questo blog, HollywoodCiak, nominato insieme ad altri 10 "compagni" vincitori di questo premio telematico. Dato che la faccenda si fa ancora più intrigante, decido di ricominciare la lettura e cercare di capire meglio ciò di cui si sta parlando, in primis cosa siano questi Liebster Award.

In sostanza stiamo parlando di un premio conferito ai blog da parte di altri blogger. Mi spiego meglio (e qui copio-incollo): Il Liebster Blog Award è una sorta di riconoscimento che i blogger conferiscono ad altri blogger con un numero di followers inferiore ai 200, è stato istituito nel 2011, per saperne di più basta cercare in internet.
Ma non è tutto, perché prevede non solo la menzione da parte dei "pari", ma anche di una serie di regoline che rendono i Liebster, di fatto, un gioco:
Per accettare il "premio" e partecipare, le regole dei Liebster 2016 sono:

1) ringraziare e rispondere alle undici domande di chi ti ha premiato
2) scrivere undici notizie/curiosità su te stesso
3) premiare altri undici blogger "meritevoli" (che non raggiungano i 200 followers)
4) comunicare la vincita sulle bacheche dei blog premiati
5) proporre ai premiati altre undici domande

Nel mio caso specifico, la menzione e le domande di Kris - che ci tengo tantissimo a ringraziare! - provengono dal suo blog SOLARIS. Le mie risposte qui di seguito:
1) Il regista più sopravvalutato?
Anthony Minghella. Non ho mai capito come abbia fatto a vincere l'Oscar per "Il paziente inglese".
2) Il regista più sottovalutato?
Non saprei. Forse per certi versi Robert Altman.
3) Cosa rispondi a chi dice "era meglio il libro"?
Che sono due mondi diversi. Forse a volte è vero che certe trasposizioni sono fatte male, ma partire con aspettative precise non ha senso quando si parla di tradurre da un medium all'altro. Non sempre il passaggio riesce e comunque un "torto" a qualcuno lo si farà, perché ognuno proietta nelle storie e nei racconti che ha amato qualcosa di personale che è molto facile tradire nel momento in cui si passa dalla carta alla proiezione in sala. Fa parte del gioco. E poi a volte certi film sono migliori dei libri da cui sono tratti.
4) Il film che "ce l'hai lì da vedere" ma non ne hai il coraggio...
Non è questione di coraggio, ma di momento giusto. Il mio approccio al cinema è un po' così quando si tratta di cose nuove per me, specialmente se "datate": ho bisogno che ci sia la situazione perfetta. Ecco perché - e me ne vergogno, sia chiaro - non ho ancora mai visto "The Rocky Horror Picture Show"...
5) Il film che avresti voluto vedere al cinema.
Forse il primo "Guerre Stellari".
6) Il film che hai visto più volte.
Direi "Il signore degli anelli - La compagnia dell'anello". So le battute a memoria, anche in inglese...
7) Sei mai uscito dal cinema prima della fine di un film?
Non direi. Il cinema è un esperienza anche quando è brutta e non mi piace non sapere come vanno a finire le cose.
8) Sei favorevole all'intervallo al cinema?
Tendenzialmente no perché spezza la narrazione. Però capisco che la pausa possa anche avere uno scopo pratico.
9) Quanta strada sei disposto a fare per vedere un film che non viene programmato vicino a te?
Non tanto da prendere un mezzo di trasporto a pagamento, ma in più di un'occasione è capitato che mi dovessi arrangiare per andare a vedere una proiezione speciale in qualche cinema scomodo della mia città.
10) Quanto tempo dedichi al tuo blog?
Lo scopo di HollywoodCiak sarebbe la pubblicazione di una recensione al giorno. Chiaramente, a 7 anni di distanza dal primo post, la mia vita è cambiata e gli impegni aumentati, per cui sono soddisfatto quando riesco a pubblicare 4 o 5 recensioni a settimana. Potendo ci investirei anche più tempo; di sicuro è uno degli impegni a lungo termine più di successo che sono riuscito a coltivare :)
11) Come hai scelto il nome del tuo blog?
Volevo che il nome non fosse banale, già sentito o che ricordasse altro. Inoltre cercavo qualcosa che richiamasse i due punti centrali del blog: il cinema e il mio amore, in particolare, per quello americano.

Ora, come previsto, 11 cose su di me...
1. Amo il cinema commerciale e lo ammetto senza vergogna.
2. Sono uno studente di Scienze della Comunicazione.
3. Passerei volentieri tutti i weekend steso sul divano a guardare alternativamente film e serie tv.
4. Mi piace molto scrivere e sono contento che, attraverso il blog, sia riuscito a coltivare questa passione un tempo solo accennata. HollywoodCiak è una sorta di diario per me, una condivisione con l'esterno che sarebbe bello prendesse una piega più improntata alla condivisione anche da fonti esterne. Chissà, magari col tempo.
5. Mi appassiona il confronto su cinema e serie tv, ma non sopporto chi propone pareri e visioni più "veri" di altri o preconfezionati, rifiutando preventivamente le opinioni distanti dalla propria.
6. Non ho la tv a casa da anni e ringrazio per l'esistenza dello streaming.
7. Non ho mai ascoltato la radio.
8. Mi piace viaggiare e da anni, per ogni viaggio che faccio, dedico una serata all'andare al cinema per vedere film in lingua e titoli che in Italia non sono ancora arrivati o so che non saranno distribuiti.
9. Sono un lettore molto lento, ma non pigro.
10. Sono fan sfegatato delle premiazioni cinematografiche. Ne seguo più che posso tutti gli anni, nonostante gli orari scomodi o le dirette difficili da trovare. Al liceo organizzavo anche "scommesse" con i miei compagni di classe su chi avrebbe trionfato nelle diverse categorie agli Oscar...
11. Il mio utopico sogno nel cassetto è sempre stato quello di vincere un Oscar.

Passiamo ora a chi ho deciso di nominare a mia volta:
1. cinquecentofilmisieme.blogspot.it
2. recensioniribelli.blogspot.it
3. persogiadisuo.blogspot.it
4. cuoredicelluloide.blogspot.it
5. delicatamenteperfido.com
6. bradipofilms.blogspot.it
7. hovogliadicinema.blogspot.it
8. cinepilloleantiflop.blogspot.it
9. ciakazione.blogspot.it
10. onironautaidiosincratico.blogspot.it
11. directorcult.blogspot.it

Infine, le mie mie 11 domande per chi vorrà proseguire questa catena di condivisione e conoscenza:
1. Qual è il film che ti ha fatto innamorare del cinema?
2. Compositore preferito o colonna sonora preferita.
3. Lingua originale o doppiaggio?
4. Quale personaggio di un film ti sarebbe sempre piaciuto poter interpretare?
5. Record di film guardati uno dopo l'altro nell'arco della stessa giornata?
6. Qual è il film non ancora uscito che attendi con più impazienza?
7. Festival del cinema: Venezia o Roma?
8. Cosa ne pensi delle case cinematografiche italiane che cambiano i titoli dei film stranieri prima di proporli al mercato italiano?
9. Cinema monosala o multisala?
10. Se dovessi organizzare un festival di cinema, quale aspetto ti piacerebbe far risaltare come tema dell'evento?
11. Se vincessi un Oscar, chi ringrazieresti?

#HollywoodCiak
Bengi