domenica 6 novembre 2016

Film 1233 - Il segreto dei suoi occhi

Non smaniavo per vederlo, ma ero comunque disposto a dargli un'occasione nel caso fosse arrivato il momento giusto. Così, quando Netflix l'ha aggiunto alla sua offerta, mi sono convinto a vederlo. Ho fatto bene.

Film 1233: "Il segreto dei suoi occhi" (2009) di Juan José Campanella
Visto: dal computer di casa
Lingua: italiano
Compagnia: nessuno
Pensieri: Particolare, misterioso, intrigante e certamente ben scritto, "El secreto de sus ojos" racconta una storia forte, nostalgica, talvolta malinconica e lascia lo spettatore con una buona dose di emozioni non facili da scrollarsi di dosso. Rimane la violenza del crimine iniziale - lo stupro e l'uccisione di una donna innocente -, l'ingiustizia della scarcerazione del colpevole, la tristezza per la condizione del marito che ha perso la sua amata e, allo stesso tempo, una sorta di desolata simpatia nei confronti di un uomo che, privato di ogni speranza, reagisce alla violenza di cui è stato testimone infliggendo una pena che altrimenti non sarebbe mai arrivata.
Dunque si tratta di un film forte, un racconto che non può non lasciare tracce sullo spettatore attento, sempre più coinvolto da una storia che procede per flashback e si incammina verso uno scioglimento dei suoi enigmi che sarà allo stesso tempo giusto e sconvolgente, tutto in nome di una sorta di tormento del protagonista che, ancora alla ricerca di risposte, decide di scrivere un libro sulla storia dell'omicidio della povera donna.
Da "Il segreto dei suoi occhi" non sapevo cosa aspettarmi e certamente ho cominciato la visione totalmente aperto a qualsiasi tipo di esperienza, conscio soltanto del fatto che certamente non so sarebbe certamente trattato di un film "leggero". Non lo è certamente e richiede una buona dose di predisposizione alla visione, diciamo, ma in ogni caso è un bel film, uno di quelli che quando finisce ti lascia con qualcosa di cui pensare.
Ps. Vincitore dell'Oscar per il Miglior film straniero (Argentina).
Cast: Ricardo Darín, Soledad Villamil, Pablo Rago, Javier Godino, Guillermo Francella.
Box Office: $34 milioni
Consigli: Non un titolo per tutti i giorni, "Il segreto dei suoi occhi" richiede al suo spettatore una dose di pazienza e fiducia che, forse, ultimamente siamo meno abituati a concedere. Vale la pena di attendere, per un finale sorprendente e sconvolgente che lascerà molto su cui riflettere.
Parola chiave: Stazione ferroviaria.

Trailer
#HollywoodCiak
Bengi