martedì 10 dicembre 2013

Film 631 - Thor: The Dark World

Finita la reclusione forzata, subito al cinema!

Film 631: "Thor: The Dark World" 3D (2013) di Alan Taylor, James Gunn
Visto: al cinema
Lingua: italiano
Compagnia: Luigi
Pensieri: Questo secondo episodio è, a mio avviso, meglio del primo "Thor" di Branagh: meno pretese drammatico-attoriali e una resa più vicina al franchise che Thor rappresenta, ovvero il cinema nella sua forma più commerciale possibile.
Abbandonata una ricerca iconografica francamente un po' fuori luogo, in questo "Thor: The Dark World" si torna a raccontare quello che il pubblico vuole vedere se sceglie un film sui supereroi, ossia l'azione. Thor vola e distrugge, le da e le prende, si scontra con ogni genere di creatura e i suoi compagni con lui. Francamente credo fosse ora. Anche perché, diciamocelo, Chris Hemsworth ha certo il physique du rôle, ma la sua stazza massiccia non è esattamente proporzionale alle sue capacità recitative e la possibilità di ripetere l'iniziale inerzia del personaggio che si è vista nel primo capitolo non mi faceva ben sperare rispetto a questo secondo progetto (pure in 3D, tra l'altro!). E invece mi sbagliavo.
Il parallelismo dei mondi di Thor e Jane Foster/Natalie Portman, l'inusuale arma del protagonista, la dominante figura del fratell(astr)o Loki/Tom Hiddleston sono tutti elementi che fanno di "Thor" un prodotto atipico rispetto a ciò che siamo abituati a vedere per quanto riguarda l'universo dei supereroi e, soprattutto, la loro trasposizione cinematografica. Eppure questa volta tutto funziona abbastanza bene e, senza troppa fisica incomprensibile o shakespeariane rivendicazioni di potere, la trama è libera di calare in maniera fluida i suoi assi nella manica. Tantissima la carne al fuoco per 112 minuti belli densi (questa volta i cattivi sono gli Elfi oscuri, ma anche Jane saprà mettersi nei casini).
Nonostante i nemici - e in generale la variegazione dei mondi - sia piuttosto vicina a quella vista di recente nella saga di "Star Trek" di J.J. Abrams, ciò non disturba più di tanto e, in fin dei conti, questo film si lascia vedere tranquillamente. Ha i suoi momenti divertenti, un sacco di effetti speciali ben fatti e un crescendo di tensione nel finale che vale la pena di essere visto (si spaccherà tutto!).
Unico punto che mi ha rattristato è vedere come il ruolo già piccolo della madre Frigga/Rene Russo, sia stato sacrificato per un atto eroico, sì, ma che poteva vedere forse un finale diverso. Non è che Rene abbia avuto molti ruoli cinematografici nell'ultimo decennio, almeno questa particina gliela si poteva anche lasciare poveretta...
Comunque "Thor: The Dark World" mi ha sorpreso perché mi è piaciuto e, soprattutto, ha saputo intrattenermi meglio del suo predecessore (il che mi ha stupito). E' spassoso e capace di equilibrare bene tutti i suoi numerosi elementi (tanti personaggi, tante location, tanti effetti speciali, tante cose da raccontare, ...). Divertente.
Ps. Ad oggi la pellicola ha incassato $610,340,000 nel mondo. Il primo episodio ne incassò $449,326,618.
Film 411 - The Avengers
Film 808 - The Avengers
Film 930 - Avengers: Age of Ultron
Film 932 - Avengers: Age of Ultron
Film 1177 - Avengers: Age of Ultron
Film 695 - Captain America - Il primo vendicatore
Film 814 - Captain America: The Winter Soldier
Film 1156 - Captain America: Civil War
Film 1395 - Captain America: Civil War
Film 268 - Thor
Film 1191 - Thor
Film 1193 - Thor: The Dark World
Film 543 - Iron Man 2
Film 676 - Iron Man 3
Film 1004 - Ant-Man
Film 1195 - Ant-Man
Consigli: Se è piaciuto il primo o se è piaciuto "The Avengers" è certamente il caso di vedersi anche questo. E' un prodotto spassoso e intrattiene a dovere lo spettatore. La Portman è bellissima, Heimdall/Idris Elba è un personaggio interessante e Loki di Hiddleston è veramente uno stronzo simpatico.
Parola chiave: Aether.

Se ti interessa/ti è piaciuto

Trailer

Bengi