sabato 3 gennaio 2015

Film 847 - I pinguini di Madagascar

Imperdibile, soprattutto perché a) ci hanno letteralmente bombardato di trailer e i poster erano dappertutto b) Luigi voleva vederlo ad ogni costo!

Film 847: "I pinguini di Madagascar" (2014) di Eric Darnell, Simon J. Smith
Visto: al cinema
Lingua: italiano
Compagnia: Luigi, Paola, Roberta
Pensieri: Spin-off dell'inspiegabilmente fortunata serie di film "Madagascar", questa volta i protagonisti sono coloro che per 3 pellicole hanno rubato la scena ad Alex, Marty, Melman e Gloria, ovvero i mitici pinguini. Al grido di carini e coccolosi, le 4 fantastiche spalle sono riuscite a conquistare il pubblico in maniera tanto efficace da meritarsi un proprio titolo da portare al cinema (dopo una serie tv omonima che ha vinto anche un Emmy).
Trasportando il tutto sul grande schermo, la vera sfida è stata sicuramente quella di cucire addosso a personaggi simpatici, sì, ma comunque bidimensionali come lo erano stati durante le precedenti avventure cinematografiche, una storia che potesse davvero funzionare. Insomma, carini e coccoloni non poteva più bastare.
A mio avviso il risultato di questo "Penguins of Madagascar" è piuttosto riuscito se consideriamo da cosa è tratto. "Madagascar" 1, 2 e 3 sono pellicole che non mi hanno mai veramente convinto, film d'animazione mediocri se si considera che cosa c'è oggi sulla piazza. Eppure, nonostante qui non si parli certo di un capolavoro, il risultato finale mi è sembrato migliore di quello della saga da cui deriva.
Skipper, Kowalski, Rico e Soldato non solo sono quattro protagonisti adorabili, ma sono davvero simpatici, caotici e divertenti, tutti in grado di arricchire la trama con quel qualcosa in più dovuto alla loro peculiarità. Le loro avventure di agenti segreti sgangherati sono frenetiche e folli, ma così bene architettate da risultare sempre gradevoli da seguire, così che ogni tipo di spettatore dovrebbe riuscire a godersi il film senza rimanerne deluso.
In aggiunta, e per rendere la situazione più divertente, ai quattro volatili si aggiunge la task force chiamata Vento del Nord, un gruppo di superaddestrati animali capitanati dal lupo Agente Segreto che si occupa di difendere gli animali in difficoltà e che spesso finirà per scontrarsi con i 4 protagonisti nella lotta al cattivo polpo di nome Dave.
In definitiva, la rocambolesca avventura dei pinguini è molto meglio di quanto mi aspettassi. Nonostante moltissime delle gag del film siano già presenti nel trailer, è stato piacevole scoprire che non fossero le uniche di tutta la storia. La buona dose di ironia aiuta a sorvolare sull'impostazione prevedibile della trama - che poi non è nemmeno una cosa fastidiosa: vai a vedere "I pinguini di Madagascar", non l'ultimo film di Emir Kusturica - e il risultato finale è fresco e piacevole, perfetto per l'atmosfera di festa e momenti in famiglia che l'arrivo del Natale porta sempre con sé (il film è uscito nelle sale il 27 novembre in Italia, il giorno prima negli USA).
Ps. Non abbandonate il film appena compaiono i titoli di coda... c'è una sorpresina finale!
Box Office: $234,816,000
Consigli: Di fatto ignorato da ogni tipo di premio che conta della stagione e nemmeno troppo fortunato al box office (costato 132 milioni di dollari), "I pinguini di Madagascar" è un ottimo esempio di cinema per famiglia divertente e senza pretese, perfetto per passare un'oretta e mezza senza pensieri e con qualche risata. Su queste ultime la produzione certamente ha puntato molto (come sull'aspetto "coccoloso") e lo si capisce bene fin da subito, il che rende questo film perfetto per ogni momento di svago che richieda disimpegno totale o un momento di condivisione tra amici. Tendenzialmente dovrebbe piacere quasi a tutti, preso per quello che è; di sicuro piacerà a chi ha amato la saga da cui questo spin.off è tratto.
Parola chiave: Carineria.

Trailer
#HollywoodCiak
Bengi